lupo sito 18

venerdì 12 gennaio 2018, ore 18
in via Tollegno 52 a Torino

presentazione del volume di
Giuseppe Lupo

Gli anni del nostro incanto

Dialogherà con l’Autore
Bruno Quaranta
Giornalista de La Stampa

Con l’occasione sarà possibile visitare la mostra di Luigi Spazzapan “Ritorno a Torino” eposta presso i saloni della Fondazione.

letture per sito

PROGRAMMA DEL MESE DI OTTOBRE 2017
MUSICA, CINEMA E LETTERATURA

Venerdì 12 gennaio 2018 ore 18
Incontro con l’autore
Gli anni del nostro incanto
di Giuseppe Lupo, Marsilio, 2017

Giovedì 18 gennaio 2018 ore 16
Incontro con l’autore
Teorema del primo bacio
di Marco Braico, Piemme, 2017

Giovedì 25 gennaio 2018 ore 16
Giornata della Memoria: Per non dimenticare
Interverrà la Professoressa Bruna Laudi

Le letture e le presentazioni sono curate da
Paola Heritier, Fernanda Graziani e Francesca Barzan
Durante le letture ci sarà spazio anche per un leggero rinfresco

spazzapan sito

venerdì 10 novembre 2017, alle ore 18,00
si è tenuta l’inaugurazione della mostra di

Luigi Spazzapan
Ritorno a Torino

La mostra espne oltre cento opere del grande Maestro europeo

La mostra resterà aperta sino al 31 gennaio 2018
orario: dal lunedì al venerdì 10-12 / 15.30-19, sabato 10-12.30
Sabato pomeriggio, domenica e visite guidate su prenotazione: tel+fax 011 2482970 – 3482211208

Catologo in galleria
ingresso libero

locandina 11 dicembre

Convegno
Processi migratori e immigratori nella storia dell’ultimo secolo
tra accoglienza, pregiudizio, intolleranza e razzismo

Novantesimo anniversario della morte di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti

lunedì 11 dicembre 2017, ore 10
presso il Consiglio Regionale della Puglia, Via Capruzzi 204 – Bari

Sacco e Vanzetti _invito definitivo-1

Lunedì 2 ottobre 2017, ore 17.00
Palazzo Lascaris – Aula consiliare
Via Alfieri 15, Torino

Convegno
Processi migratori e immigratori nella storia
dell’ultimo secolo tra accoglienza, pregiudizio,
intolleranza e razzismo

Novantesimo anniversario della morte di
Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti

Programma:

Introduzione
Prospero Cerabona, presidente Fondazione Giorgio Amendola onlus
Intervengono
Giovanni Cerchia, docente di Storia presso l’Università di Molise
Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea
Lorenzo Tibaldo, storico ed esperto della vicenda di Sacco e Vanzetti
Eugenio Marino, esperto di emigrazione italiana all’estero
Peppe Provenzano, vice direttore della SviMez
Conclusioni
Giampaolo D’Andrea, capo di gabinetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, già docente di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi della Basilicata

A Palazzo Lascaris sarà inoltre possibile visitare la mostra realizzata dai nostri ricercatori che verrà esposta nel Cortile d’Onore di Palazzo Lascaris dal 27 settembre al 4 0ttobre 2017
Orari: lunedì-venerdi 10.00-18.00

Sacco e Vanzetti _invito definitivo

giardino sito

Nel mese di giugno, con alcune classi del Liceo Einstein di Torino abbiamo promosso un progetto di diffusione dei valori della Resistenza dal titolo: “Giorgio Amendola e Carlo Levi: la Resistenza come scelta di vita”. Gli allievi durante l’estate hanno prodotto degli elaborati che venerdì premieremo in occasione dell’intitolazione del giardino a ricordo di Giorgio Amendola. Questo è il “volantino” della premiazione che ha vinto il primo premio, opera di Serena Ruvolo.

venerdì 22 settembre 2017, ore 15
in via Tollegno 52 a Torino
Intitolazione giardino a ricordo di

Giorgio Amendola

Alla cerimonia organizzata dalla
Città di Torino interverranno

Massimo Salvadori
Storico, Professore Emerito dell’Università di Torino
Enrico Morando
Vice Ministro dell’Economia


circolo dei lettori sito

martedì 16 maggio 2017, ore 21
Circolo dei lettori di Torino,
via Gianbattista Bogino, 9

Presentazione del volume
Italica Noir
di Federico Mosso, Torino, Il Rinnovamento, 2016

Dialogherà con l’Autore,
il Prof. Alessandro Meluzzi psichiatra e criminologo

Introduce:
Umberto Mangiardi, curatore del volume

Modera:
Domenico Cerabona, fondazione giorgio amendola

Saranno presenti gli autori della copertina, Virginia Chiabotti e Jacopo Tagliasacchi

evento fb: https://www.facebook.com/events/102116810341161/

5xmillesito

Potete contribuire a sostenere le attività culturali, sociali, scientifiche e politiche della Fondazione e dell’Associazione,
destinando alle loro iniziative il 5 per mille dell’Irpef della vostra Dichiarazione dei Redditi.

La scelta non è alternativa a quella dell’8 per mille e non influisce su quanto avete o dovete versare.

Utilizzeremo il vostro contributo per proseguire e irrobustire le attrezzature e per favorire i progetti e iniziative a favore della biblioteca, della cultura, dell’arte, delle rassegne cinematografiche in corso, della ricerca sociologica, economica, scientifica e delle politiche soclali.

97506110010
Fondazione Giorgio Amendola Onlus

bruxelles sito

Presentazione del volume
Il Telero di Carlo Levi
da Torino un viaggio nella Questione Meridionale

testi di M. Carbone, G. Caserta, L. Dadam, D. Notarangelo, C. Sabino. Torino, Il Rinnovamento, 2015

martedì 29 novembre 2016, ore 18
Musée Juif de Belgique
rue des Minimes 21 – 1000 Bruxelles

Saluti
Pascale Falek Alhadeff conservatrice au musée juif de belgique
Gianni Pittella, presidente gruppo s&d al parlamento europeo
Mauro Laus, presidente consiglio regionale del piemonte
Raffaele Napolitano, presidente comites belgio
Filippo Giuffrida, presidente anpi belgio

Interventi
Domenico Cerabona, fondazione amendola
Giovanni Caserta, esperto di letteratura e studioso di carlo levi
Eugenio Marino, esperto di storia dell’emigrazione
Daniele Viotti, europarlamentare

In occasione della presentazione la Fondazione Giorgio Amendola e l’Associazione Carlo Levi
doneranno al Musée Juif de Belgique una riproduzione del Telero Lucania ‘61.

archivio ferruccio ceccarelli per sito

Grazie al certosino lavoro del Dott. Daniele Di Palma è ora disponibile il catalogo dell’archivio di Ferruccio Ceccarelli, parte integrante del Fondo Ceccarelli istituito nel 2011 presso la biblioteca della Fondazione per volontà dei famigliari.

L’Archivio di Ferruccio Ceccarelli copre l’arco temporale che va dal 1963 fino al 1984, con un solo ripescaggio risalente al 1957. Quella che viene documentata è in prevalenza l’attività politica di F. Ceccarelli, iniziata all’interno del Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (1967-1972). L’impegno politico del giovane Ceccarelli non si esaurì nell’attività all’interno di questo partito, ma si esplicò anche e soprattutto nel nascente Movimento Studentesco di Torino (5.I, 10.II, 15.II, 23.III, 41.VI, 45.VII, 48.VII), che lo vide tra i maggiori animatori delle agitazioni all’interno delle scuole superiori, nonché in vari gruppi marxisti-leninisti, in particolare nel Partito Comunista d’Italia (marxista-leninista) e, successivamente, in Avanguardia Proletaria Maoista (7.I, 8.I, 13.II, 18.II, 19.II, 20.III, 21.III, 25.III, 26.III, 27.IV, 28.IV, 32.IV, 33.V, 38.V).
Con lo scioglimento del Psiup (1972, 47.VII) Ceccarelli scelse di confluire nel Partito Socialista Italiano, divenendone responsabile provinciale del settore fabbriche (1975, 52.VIII, 53.VIII) e poi Assessore ai Servizi Socio-Assistenziali presso il Comune di Piossasco (1977, 58.IX).
In questi anni F. Ceccarelli iniziò a intraprendere il percorso che lo porterà a diventare, da politico puro qual era stato fino alla fine degli anni ’70, un “tecnico” all’interno delle amministrazioni locali e, nel prosieguo della sua carriera, consulente aziendale e manager pubblico: eccolo allora nell’Esecutivo dell’ULS 34 e, tra il 1981 e il 1983, collaboratore di Gabriele Salerno, Assessore della Regione Piemonte per l’Ambiente e l’Energia (61.IX).
L’Archivio si chiude nel 1984 con l’esaurirsi dell’impegno politico diretto di Ceccarelli.
Qui di seguito potrete trovare il catalogo dell’archivio.

1_faldone
2_faldone
3_faldone
4_faldone
5_faldone
6_faldone
7_faldone
8_faldone
9_faldone
scheda_biografica_ferruccio_ceccarelli

berlino sito

Presentazione del volume
Il Telero di Carlo Levi
da Torino un viaggio nella Questione Meridionale

testi di M. Carbone, G. Caserta, L. Dadam, D. Notarangelo, C. Sabino. Torino, Il Rinnovamento, 2015

venerdì 30 settembre 2016, ore 18.30
Erika Hess Saal – Kurt Schumacher Haus, Sede SPD Berlino

Saluti
Gianfranco Ceccanei, PRESIDENTE DELL’AG CARLO LEVI BERLINO
Intervengono
Domenico Cerabona, Fondazione Giorgio Amendola
Francesco Laforgia, Commissione bilancio della Camera dei Deputati
Alev Deniz, Presidente Spd-mitte ag migration und vielfalt
Modera
Federico Quadrelli, Segretario Pd Berlino

rivoluzione socialista sito

Presentazione del volume

Rivoluzione Socialista
di Enrico Rossi, a cura di Peppino Caldarola,

postfazione di Tommaso Michea Giuntella, Roma, Castelvecchi, 2016

Sabato 24 settembre 2016, ore 18
Biblioteca della Fondazione Giorgio Amendola, via Tollegno, 52 – 10154 Torino

Dialogherà con l’Autore, Domenico Cerabona della Fondazione Giorgio Amendola

Introduce:
Tommaso Giuntella, presidente centro studi democrazie digitali

Dopo trent’anni di predominio dell’ideologia liberista, la sinistra non è scomparsa.

Dalla quarta di copertina:

“Bisogna risvegliare nei giovani l’ardore della politica. Io penso che si debba dare un contributo perché emerga e cresca una nuova generazione che abbia vocazione per la politica e fede nel socialismo. Penso a un socialismo per Millennial, perché il capitalismo non è un tabù″

Assistiamo ovunque a nuovi tentativi come quelli di Sanders e Corbyn, che suscitano l’entusiasmo dei giovani e rimettono in discussione il mondo così com’è. Disuguaglianze, crisi della democrazia, nazionalismi: questi i mali che una nuova sinistra mette al centro della propria analisi. Enrico Rossi parte da qui per delineare la sua proposta per l’Italia e per il Partito Democratico, tratteggiando una visione che rifiuta tanto l’estremismo parolaio e inconcludente quanto il pragmatismo amorale. Il governatore della Toscana immagina una sinistra che recuperi il contatto con i propri valori e le sue idee fondative per proporre un’alternativa concreta.